Al pari di IKEA e Coca Cola, McDonald’s non smette mai di stupire per le sue campagne pubblicitarie creative e sorprendenti. Quando poi si tratta di real time marketing l’azienda americana da il meglio di sé, come ha dimostrato per le Olimpiadi 2016 e come conferma la campagna realizzata in occasione dei Mondiali di Calcio 2018.

La campagna McDonald’s per FIFA World Cup 2018

La recente campagna multisoggetto è una raccolta di poster in cui McDonald’s ammicca con creatività alla Russia, Paese ospitante la 21° Coppa del Mondo FIFA. Così l’hamburger si scompone come una Matrioska, le volute del Cremlino diventano riccioli di gelato e le patatine fritte si lanciano in acrobazie per star dietro al pallone. Una campagna ricca di gusto, in tutti i sensi!

McDonald’s: dai Mondiali di Calcio ai Cannes Lions il 2018 è epic win

McDonald’s: dai Mondiali di Calcio ai Cannes Lions il 2018 è epic win

McDonald’s vincitore dei Cannes Lions 2018

La creatività va premiata, così anche quella di McDonald’s. Il brand ha infatti vinto il Grand Prix per la categoria outdoor ai Leoni di Cannes, il Festival internazionale della creatività rivolto ai professionisti nel settore della pubblicità.

A essere premiata non è stata però la campagna sui Mondiali di Calcio ma un’altra bellissima iniziativa pubblicitaria, per l’appunto outdoor. Ma facciamo un passo indietro. Devi sapere che in Canada è facile trovare a ogni angolo le indicazioni stradali per raggiungere il McDonald’s più vicino. Il problema di queste segnaletiche è che sono tutte diverse tra loro, marchio compreso. Come risolverlo? Qui entra in gioco la creatività!

McDonald’s: dai Mondiali di Calcio ai Cannes Lions il 2018 è epic win

L’agenzia canadese Cossette ha preso le mosse dall’inconfondibile logo McDonald’s, conosciuto dai più come Golden Arches (ovvero “Archi d’oro”, per la forma della celebre M). Così è nata l’originale campagna d’affissione “Follow the Arches” (“Segui gli Archi”), un insieme di cartelloni pubblicitari che, prendendo in prestito ciascuno un “pezzetto” della M diverso, si sostituisce alla segnaletica direzionale in modo minimale e universale. I conducenti sono così invitati a seguire le curve della M per raggiungere il McDonald’s più vicino!

McDonald’s: dai Mondiali di Calcio ai Cannes Lions il 2018 è epic win

Finora, la campagna include solo quattro cartelloni pubblicitari in aree a traffico elevato nel centro e nell’area metropolitana di Toronto. Ma data l’universalità del logo nonché del tipo di comunicazione, la campagna potrebbe essere facilmente adattata ad ogni mercato del mondo, ponendo fine alle divergenze di stile nella comunicazione mondiale del brand.

Sicuramente solo McDonald’s e pochi altri marchi possono permettersi il lusso di omettere il proprio logo in una campagna, riducendolo all’osso in modo super minimale. Ma l’iniziativa ha saputo investire su questa riconoscibilità, meritandosi indubbiamente l’ambito premio!

Vota l'articolo!
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]