Studi finiti… cosa fare? Verrebbe da pensare che fra crisi economica, difficoltà di governo, guerre, riscaldamento globale e molti (troppi!) altri problemi sia un periodo duro per un graphic designer che voglia inserirsi nel mondo del lavoro alla fine del proprio percorso di studi. Per fortuna non sempre è così! Le possibilità di carriera per chi è dotato di vero talento artistico non sono poche e spesso hanno un solo limite: la tua inventiva!

Fino a qualche anno fa, infatti, dopo la laurea si era spesso limitati a una manciata di ruoli indispensabili all’interno di un’azienda (portare i caffè e fare fotocopie non dovrebbero ricadere tra questi, ma ahimé…!). Oggi, invece, grazie alla sempre crescente richiesta di qualifiche relative alla progettazione grafica è possibile ampliare i propri orizzonti occupazionali. Ovviamente sempre a partire dalla proprie esperienze e competenze personali (o soft skills) nonché dai propri interessi.

Perciò se sei in cerca di lavoro non lasciarti demoralizzare: prendi ispirazione da questi 8 lavori non troppo scontati a portata di graphic designer!

E non dimenticare di stare alla larga da questi 10 errori assolutamente da evitare.

1. Stilista

Come ben saprai, i creativi, se lo sono veramente, non sono interessati ad una sola area del design. La moda, per esempio, è un’estensione di molte altre forme di espressione visiva, e quindi ha senso che alcuni grafici si dedichino al design di abbigliamento e accessori. Greg Bemis, ad esempio, ha portato il suo talento nel quartier generale della Nike, dove si è distinto nel reparto calzature da basket.

“Penso sia una carriera che ti permette di indossare una miriade di cappelli e fare una moltitudine di cose diverse.”

8 professioni non scontate per graphic designer in cerca di lavoro

2. Marketing Manager

Avere un background in graphic design è particolarmente utile per quei ruoli in cui creatività e briefing markettari devono necessariamente convivere. Ci si aspetta, infatti, che i responsabili marketing supervisionino tutti gli aspetti di un progetto: dal mix, alla progettazione di brochure, passando per siti web e campagne pubblicitarie. Alexander Wu-Kim, per esempio, ha applicato il suo talento al ruolo di Digital Marketing Manager presso l’etichetta di moda Local Supply.

3. Insegnante universitario

In molte università tanti laureati diventano loro stessi professori universitari. Così spesso tornano nei luoghi in cui hanno studiato per aiutare a coltivare le carriere di graphic designer in erba.

Laura Weldon, insegnante part time dello Shillington College a Manchester, spiega:

“Insegno perché sono appassionata di design. Mi piace vedere la passione e l’interesse per il design negli studenti. Abbiamo studenti che non hanno mai usato un Mac prima, e si laureano, arrivando ad ottenere le stesse competenze degli altri per diventare designer. Il bello del mio lavoro è soprattutto il fatto di tenermi aggiornata sulle novità e mi dà una nuova prospettiva sulle cose mentre sono circondata da 22 studenti che hanno punti di vista completamente differenti dal mio”.

4. Progettista UX / UI

Sebbene l’elemento visivo del design sia la ragione principale per cui molte persone scelgono di studiare grafica, alcuni preferiscono esplorare maggiormente il “processo dietro le quinte“, ossia la fase strutturale e primordiale dove la tecnica dell’ingegnere, la pratica del cliente/utilizzatore finale e l’eleganza del grafico si incontrano fondendosi. Quando lo fanno, danno vita ai settori della UX (User Experience) e della UI (User Interface). L’UX designer è colui che mette le proprie capacità progettuali al servizio degli utenti per aiutarli a interagire con un prodotto.

8 professioni non scontate per graphic designer in cerca di lavoro

5. Illustratore 3D

L’illustrazione 3D può essere un ottimo compromesso per conciliare la passione per la grafica classica con l’informatica contemporanea. Kyle Bean – che ha lavorato per clienti del calibro di Google, Emirates, Kinfolk e Wallpaper – consiglia a chi considera una carriera nell’illustrazione 3D:

“Avere buone capacità di creazione è solo la metà di ciò che è veramente necessario quando si sceglie questo tipo di lavoro. Devi anche essere bravo a comunicare le tue idee e pianificare attentamente i tuoi progetti”.

Come dire: non serve solo la capacità realizzativa ma anche le famose soft skils di cui parlavamo prima e con le quali si riesce sempre a programmare in tempo e comunicare attentamente le idee, rendendo felici clienti e aziende!

8 professioni non scontate per graphic designer in cerca di lavoro

6. Packaging designer

I marchi sono costantemente alla ricerca di nuovi e originali modi per commercializzare i propri prodotti. Per questo motivo i graphic designer sono spesso coinvolti nella realizzazione di packaging creativi ed efficaci. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che la prima cosa notata in un prodotto è proprio la confezione esterna! Dalle aziende produttrici di bevande all’abbigliamento e non solo, c’è tutta una serie di opportunità per designer e illustratori esperti di far parte di questo redditizio settore.

Come progettare un packaging efficace? Segui questi 8 consigli

7. Web Designer

Che tu sia un esperto del settore o un normale utente web, avrai certamente notato che i siti web davvero memorabili sono quelli che, oltre a una buona usabilità, offrono un design creativo e originale.  Si tratta quindi di una grande opportunità per quei graphic designer che vogliono mettere le proprie abilità al servizio del mondo web!

8. Street artist

Nelle città di tutto il mondo, la street art sta diventando sempre più celebre per il suo appeal visivo unico, caratterizzando (fra le altre innovazioni artistiche) l’età contemporanea. Per la sua capacità di fondere insieme un messaggio potente a un tipo di arte spesso definita profana, la street art è spesso capace di trasformare l’atmosfera di una strada o di un’intera area. Oltre all’ormai celebre Banksy, anche altri artisti di strada ed esperti di murales hanno contribuito a rendere questo tipo di arte un potente mezzo comunicativo. Magari adesso tocca a te!

La street art prende vita nei Gif-fiti di Insa

Nota: questo articolo, pur parlando di argomenti molto golosi e “laureati”, è stato scritto senza usare OGM e da un non laureato :)

Fonte: Creativeboom.

Vota l'articolo!
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]