In questi giorni/settimane/mesi/anni la tematica “sessismo” è sempre più presente, al pari della tematica “violenza sulle donne“. E il settore della pubblicità non è da meno. Chi, infatti, non si è imbattuto almeno una volta in un esempio di pubblicità sessiste?

In alcuni casi, infatti, l’allusione è eclatante. In altri invece è così sottile da far venir il dubbio che non sia semplice ironia, forse un po’ troppo audace, ma che arriva in un periodo storico in cui il sessismo è un argomento che scotta. Ecco, quest’ultimo non è certo il caso delle pubblicità degli anni ’50.

Le pubblicità sessiste degli anni ’50

In alcuni casi, infatti, le pubblicità vintage sono un esempio più che calzante di pubblicità sessista. La motivazione va sicuramente cercata in quella che era l’immagine della donna in quegli anni: perfetta regina del focolare, moglie ubbidiente, madre premurosa, casalinga dedita alla casa e alla preparazione di nutrienti pranzetti per il proprio maritino. Il tutto con un bel sorriso stampato sulla faccia (o almeno, così vogliono farci credere).

Quest’immagine non poteva che riflettersi nelle pubblicità di quell’epoca. Campagne pubblicitarie in cui non per ironia ma per contesto la donna è sottomessa e urla senza orgoglio “Ehi, io senza un uomo accanto non valgo nulla, come cacchio farò ad aprire questo barattolo?”. Per fortuna al giorno d’oggi esistono gli apribarattoli. E, soprattutto, progetti creativi e ironici come quello del fotografo libanese Eli Rezkallah.

In un universo parallelo la pubblicità sessista funziona al contrario

Nella serie fotografica chiamata “In A Parallel Universe” Eli si è divertito a invertire i ruoli di genere rappresentati nelle campagne pubblicitarie vintage. Il risultato è un progetto ironico e pungente che rivela quanto assurdi possano essere certi stereotipi. Stereotipi che purtroppo ancora oggi tardano a morire e che rendono la pubblicità sessista un fenomeno sempre meno raro.

Pubblicità sessiste vintage: come sarebbero se i ruoli fossero invertiti

Pubblicità sessiste vintage: come sarebbero se i ruoli fossero invertiti

Pubblicità sessiste vintage: come sarebbero se i ruoli fossero invertiti

Pubblicità sessiste vintage: come sarebbero se i ruoli fossero invertiti

Pubblicità sessiste vintage: come sarebbero se i ruoli fossero invertiti

Pubblicità sessiste vintage: come sarebbero se i ruoli fossero invertiti

Pubblicità sessiste vintage: come sarebbero se i ruoli fossero invertiti

Vota l'articolo!
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]