A volte le giornate passano tutte uguali, specialmente quando passi 8 ore davanti al pc. Ma una cosa puoi star certo non ti accoglierà con la stessa faccia la mattina: il doodle di Google! E oggi che è la Festa della Donna la regola non cambia, anzi.

Ma partiamo dalle basi: cos’è un doodle di Google? Sono varianti illustrate, animate o interattive del logo di Google ideate per celebrare festività, anniversari, eventi ma anche artisti, innovatori e scienziati famosi. Gli autori di queste creatività fanno parte di una squadra speciale: i doodler, un team di illustratori e ingegneri incaricati di spremersi le meningi per rendere ogni doodle unico e imperdibile.

I doodle e la Giornata Internazionale della Donna

Dal 2011 a oggi anche la ricorrenza della Festa della Donna è stata celebrata con regolarità a suon di doodle. L’evento, nato per “ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo”, spesso suscita le ire delle femministe più estreme ma ciò non ha mai spinto Google a desistere, anzi. Ecco qui il risultato!

Il doodle della Festa della donna 2011

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

Ideato per il centenario della Giornata Internazionale della Donna, questo doodle celebra i traguardi e i successi delle donne con un’illustrazione dai toni “classici”. A me fa pensare a “Piccole donne” di Louisa May Alcott, a te no?

 

Il doodle della Festa della donna 2012

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

Nel 2012 Google si mantiene sul minimale, ma il risultato è comunque all’altezza delle aspettative.

Il doodle della Festa della donna 2013

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

Il doodle del 2013 nasce da una grande sfida: rappresentare il volto di tutte le donne del mondo in una sola illustrazione. Dopo tanti schizzi ecco l’idea: un’illustrazione che non stilizzi il logo Google ma lo faccia emergere dallo spazio negativo dell’illustrazione. Il risultato, eccolo qui.

Il doodle della Festa della donna 2014

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

Questa volta si va di interattività: il centro del doodle diventa un bel tasto play da schiacciare per avere accesso a un video in cui più di 100 donne da tutto il mondo augurano nella propria lingua una buona Festa della Donna. Un bellissimo ventaglio di volti, caratteri, attitudini che ben racconta come il concetto di “Donna” possa essere ampio.

Il doodle della Festa della donna 2015

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

Un doodle per celebrare i molti modi in cui donne scienziate, ingegnere, atlete, medici, artiste, esploratrici stanno cambiando il mondo.

Il doodle della Festa della donna 2016

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

#OneDayIWill: nella giornata internazionale della donna, condividi le tue aspirazioni con il mondo”. Questo il concept dietro il doodle che torna a diventare strumento per veicolare un video realizzato per l’occasione. Questa volta, invece che celebrare le donne e i traguardi da loro raggiunti nel passato, però, Google guarda al futuro. E dedica il doodle a tutte le donne che sapranno meritarselo con gli obiettivi raggiunti negli anni a venire. A 337 donne di 13 Paesi è stato chiesto di completare la frase “Un giorno io farò…”. Il video che ne è venuto fuori, ogni volta che lo guardo, mi mette i brividi.

Il doodle della Festa della donna 2017

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

Guardare al passato per celebrare alcune delle pioniere che hanno aperto la strada a dove siamo oggi. Questo l’obiettivo del doodle del 2017, uno slideshow che presenta una bambina la cui nonna racconta la storia della propria eroina storica preferita. Scorrendo verso destra potremo vedere l’evoluzione del racconto, in cui la bimba visita tredici donne straordinarie nella propria immaginazione, accompagnandoci in un viaggio che attraversa secoli e circonda il mondo. Clicca qui per vedere la storia completa e approfondire ciascuna delle donne protagoniste.

Il doodle della Festa della donna 2018

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

Ed eccoci arrivati al 2018: per quest’anno Google ci ha riservato una chicca davvero speciale! Dodici artiste sono state invitate a condividere le proprie storie personali attraverso una narrazione visiva che rispecchiasse il proprio stile.

Nello specifico, ogni storia rappresenta un momento, una persona o un evento che ha avuto un impatto sulle loro vite in quanto donne. L’unicità della storia, però, non si scontra con l’universalità dell’oggetto, anzi: ci ricorda quanto seppur diverse si possa avere tanto in comune.

Festa della donna: dal 2011 a oggi, i doodle di Google per celebrare l’8 marzo

Ognuna di queste storie è unica nel proprio genere: amore, omosessualità, maternità, cancro, sorellanza, coraggio sono solo alcuni dei temi raccontati con bravura magistrale. Vuoi scoprire le storie di tutte le artiste coinvolte? Clicca qui.

E se pensi di avere anche tu qualcosa da dire, non fare la timida, rispondi alla call:

Anche se oggi sulla nostra homepage ci sono solo 12 storie, invitiamo i narratori di ogni tipo a unirsi a noi pubblicando le loro storie personali su un momento, una persona o un evento che ha avuto un impatto sulle loro vite da donne usando #HerStoryOurStory!

Vota l'articolo!
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]